TRANSLATE

martedì 6 ottobre 2009

Capelli: “come mantenerli belli e naturali”

Capelli grassi e sfibrati o con problemi di forfora, sicuramente non sono dei veri e propri disturbi, ma sono comunque problematiche che influiscono anche sull’umore. Infatti avere i capelli opachi, sfibrati , radi, untuosi o pieni di forfora danno un aspetto dismesso e insalubre a tutta la persona. Mentre al contrario una persona con una chioma folta e luminosa da un’ immagine di se più bella e in salute e questo influisce sicuramente con il proprio umore e si riesce in questo modo anche ad essere più in armonia con gli altri.

Normalmente il ciclo di ricambio naturale dei bulbi del capello ci fa perdere circa, dai cinquanta a cento capelli al giorno, e solo per chi ha cadute più cospicue rischia la calvizie.

Brevi consigli:

Lavaggio e cura dei capelli:
Per favorire la crescita dei capelli massaggiate ogni tanto il cuoio capelluto per cinque o dieci minuti migliorandone la circolazione. Quindi dopo aver lavato con cura i capelli, massaggiate lo scalpo usando mezza tazza di olio extra-vergine di oliva tiepido, oppure con olio di mandorle. Avvolgete poi il capo con un asciugamano e lasciate riposare i capelli per mezz’ora. Lavateli nuovamente e risciacquateli.
Per la cura dei capelli è bene utilizzare solo prodotti naturali, perché potreste essere allergici o intolleranti ad alcuni ingredienti artificiali contenuti nei comuni prodotti per capelli.
Se non ci sono esigenze particolari, non lavate i capelli tutti i giorni perché oltre a “stressarli” la maggior parte degli shampoo privano il capello dei suoi oli naturali. Inoltre alcuni balsami possono lasciare tracce untuose sul capello che attraggono la polvere.

Per donare ai capelli una lucentezza naturale, risciacquateli, dopo averli lavati accuratamente, con una soluzione di aceto e acqua fresca se avete una chioma scura, oppure con succo di limone diluito se i capelli sono biondi.

Cosa fare o non fare ed atteggiamenti giusti da avere nei confronti della nostra capigliatura
Una delle cose che possiamo fare per favorire la buona nutrizione del capello, è distendersi con la testa lievemente inclinata in basso rispetto al corpo per circa dieci minuti ogni giorno. In questo modo permetterete così al sangue di raggiungere facilmente il cuoi capelluto e di nutrire bene il capello.
Nei confronti dei vostri capelli, cercate di essere dolci, quindi evitate di pettinarli con spazzole o pettini dai denti stretti e sottili. Utilizzate il meno possibile apparecchi che riscaldano il capello. Un uso eccessivo di queste apparecchiature, infatti danneggia il capello e lo rende arido e fragile.

Occhio all’uovo:
Bisognerebbe evitare di mangiare le uova crude o vivande che ne contengono, perché le proteine dell’uovo crudo legandosi alla biotina, vitamina importantissima per la salute del capello, ne impediscono l’adeguato assorbimento intestinale.

I legumi: indispensabili per la salute del capello:
Nell’alimentazione quotidiana non dovrebbero mai mancare: “riso integrale, piselli, lenticchie, avena, fagioli di soia, semi di girasole e nocciole. Questi sono tutti alimenti ricchi di biotina, una vitamina, come ho già detto, molto importante per la salute di capelli e unghie.

Il rosmarino è una delle piante più preziose per i disturbi del cuoio capelluto e dei capelli
Il rosmarino è un arbusto legnoso dal gradevole aroma. Oltre a essere una fra le spezie più utilizzate per insaporire i piatti della cucina mediterranea, è anche una pianta medicinale (Rosmarinus officinalis) dalle apprezzate virtù terapeutiche. Fra queste ci interessano particolarmente l’attività stimolante della circolazione e quella disinfettante, assai utili nel trattamento di alcuni comuni problemi del capello.
Ad esempio può essere efficacemente utilizzato come balsamo. Il suo infuso va semplicemente usato come acqua di risciacquo finale dopo che i capelli sono stati lavati.


Balsamo naturale:
Procuratevi un certo quantitativo di foglie di rosmarino fresche, considerando che la giusta proporzione per un buon preparato è di due cucchiaini di foglie fresche per ogni tazza d’acqua bollente. Portate dunque a ebollizione il quantitativo d’acqua desiderato e aggiungetevi poi in proporzione le foglie di rosmarino. Coprite le erbe in infusione e attendete quindici-venti minuti prima di filtrare l’infuso con un colino. Otterrete un ottimo balsamo naturale.

Preparati antiforfora:
Purificare e disinfettare il cuoi capelluto è un’operazione indispensabile per combattere la forfora. L’aceto di rosmarino è uno dei segreti della medicina popolare per potenziare l’attività disinfettante e depurativa di questo arbusto mediterraneo. E’ infatti sufficiente massaggiare regolarmente il cuoio capelluto, dopo ogni lavaggio dei capelli, con aceto di rosmarino per una ventina di minuti per ottenere risultati insperati.
Come fare:
Ponete in una bottiglia di vetro un litro di aceto di mele biologico e aggiungetevi venticinque grammi di rosmarino (un rametto). Immergete bene il rosmarino nell’aceto e lasciate riposare il preparato per quindici giorni lontano da fonti di calore e da fasci di luce intensa. Filtrate con un colino tutto il liquido e riponendo in una bottiglia o un flaconcino di vetro ben etichettati. Avrete così un prezioso rimedio naturale per la cura dei vostri capelli.

Il castagno contro la forfora:
Il castagno, albero ad alto fusto originario dell’antica Persia, corrispondente circa all’attuale Iran, ha apprezzate proprietà toniche e astringenti. Le sue foglie, note alla medicina popolare erboristica come ottimo rimedio antiforfora, sono tutt’oggi un trattamento efficace.
Come fare:
Il modo più appropriato per usarlo è quello di ricavare un infuso da impiegare come lozione per frizione. In un litro d’acqua bollente ponete sessanta grammi di foglie di castagno seccate e lasciate in infusione per dieci minuti. Filtrate il preparato e usatelo, su capelli umidi e puliti, per dolci frizioni del cuoio capelluto.

Shampoo anticaduta con oli essenziali di lavanda e rosmarino:
Un accurato lavaggio è spesso la pratica che getta le basi del benessere del capello . Ecco un metodo di detersione studiato per prevenire la caduta dei capelli.
Come fare:
Aggiungete tre gocce di olio essenziale di lavanda e tre gocce di olio essenziale di rosmarino a 200 ml di shampoo di composizione naturale. Utilizzate il vostro preparato ogni volta che vi lavate i capelli, massaggiando con cura il cuoio capelluto.

Impacco anticaduta con oli essenziali di rosmarino, lavanda e ginepro:
L’olio essenziale di lavanda e l’olio essenziale di rosmarino insieme a quello di ginepro, sono gli ingredienti necessari a preparare un efficace impacco anticaduta.
Come fare:
In una bottiglia di vetro versate due cucchiai di olio vegetale, meglio se olio di mandorla o olio di germe di grano, e aggiungeteci due gocce di olio essenziale di lavanda, due di rosmarino e tre di ginepro. Dopo aver lavato bene i capelli massaggiate il cuoio capelluto ancora umido con questa lozione assicurandovi di distribuirla in maniera omogenea. Avvolgete i capelli in una cuffia di plastica e ponete un asciugamano caldo intorno al capo. Lasciate agire per circa due ore. Terminato il tempo di posa, rilavate i capelli sciacquandoli abbondantemente.

Educazione alimentare per una chioma che non soffra per le carenze alimentari:
Un’alimentazione sana è sicuramente ricca di sali minerali e vitamine, e questi componenti sono la base per mantenere in ottima salute i nostri capelli. Zinco, silicio, calcio, ferro, vitamina B6 e acido pantotecnico sono solo alcuni, forse i più importanti, dei micronutrienti indispensabili per prevenire e ritardare la caduta del capello. Una dieta prevalentemente vegetale, a base di cibi integrali e possibilmente biologici offre al nostro organismo quanto serve per avere capelli solidi e lucenti. Tutti i vegetali a foglia verde, le alghe soprattutto sono ottime fonti di minerali. L’avena integrale per esempio fornisce abbondante silicio, mentre frutta secca e succo di ciliegia sono cibi ricchi di ferro. Proprio l’anemia da carenza di ferro è una delle cause più frequenti della perdita di capelli. Chi avesse difficoltà nell’assimilazione di questo minerale può ricorrere a un moderato consumo di carne rossa, specialmente fegato, provenienti da animali allevati e nutriti in modo naturale. In ogni caso è bene aumentare il consumo di cibi contenenti vitamina C, quali agrumi, Kiwi e pomodori. Questa vitamina infatti, oltre a essere un potente antiossidante, favorisce l’assorbimento intestinale del ferro.

Capelli e proteine:
I capelli sono costituiti in gran parte da cheratina, una proteina costituita principalmente da due aminoacidi fondamentali (glicina e cistina). Ovvio che una diminuzione importante dell’apporto proteico alimentare generi uno stato di sofferenza per il bulbo e il fusto del capello, che diventa fragile, sottile e secco. E’ quindi opportuno che la dieta non manchi di questi nutrienti. Sono le proteine della soia e i suoi derivanti ad avere un’ azione stimolante e rinforzante sulla crescita del capello. Cibi come tofu, latte di soia, tempeh e fagioli di soia possono aiutarci a raggiungere il fabbisogno quotidiano di proteine salva capelli. Inoltre la soia è anche ricca di biotina, una sostanza biologica simile alle vitamine del gruppo B, la cui carenza può causare desquamazione forforacea della pelle e caduta dei capelli. La biotina, nota anche come vitamina H, è indispensabile per il metabolismo dei grassi ed è contenuta prevalentemente nella frutta fresca e nelle noci, nel latte fresco, nei cereali integrali come il riso e nel tuorlo d’uovo. Ne è ricco anche un integratore alimentare naturale, il lievito di birra. La raffinazione degli alimenti e la cottura dei cibi distruggono gran parte delle vitamine; inoltre la biotina viene assorbita molto poco dai consumatori di albume d’uovo. L’albume contiene infatti una proteina, chiamata avidina, che legandosi alla biotina ne impedisce l’assorbimento intestinale.
Il lievito di birra è probabilmente la più ricca fonte naturale di vitamine del complesso B e di biotina, nutrienti fondamentali per mantenere i capelli in salute. Inoltre la sua ricchezza in minerali, tra cui spicca lo zinco ne fa un ottimo rinforzante per la struttura del capello. Anche il fegato trova beneficio, dal momento che gli enzimi contenuti in questo integratore ne facilitano la funzione depuratrice e disintossicante. Può essere assunto in compresse, una prima di ogni pasto, per un totale di tre compresse al dì.

Capelli Splendenti a ogni Età
Prezzo € 9,90

Nessun commento: